Marco Menghini - Blog di Copywriting e Web DesignCopywriting Come creare una campagna AdWords che funziona? Scoprilo ora!

Come creare una campagna AdWords che funziona? Scoprilo ora!

“If you want to understand how a lion hunts, don’t go to the zoo. Go to the jungle.” [cit. Jim Stengal]

Come saprai, Google AdWords è un importante strumento di marketing online. Attraverso questo potente mezzo, potrai realizzare delle campagne altamente mirate, a basso costo, e aumentare così il tasso di conversione verso la tua attività. Cosa significa questo? Che con un po’ di pianificazione potrai riuscire ad aumentare i tuoi profitti attraverso un investimento minimo.

adwords

Innanzitutto, ricorda che Google AdWords è un sistema di link sponsorizzati “pay per click”. Quindi, ogni volta che qualcuno cercherà le keyword da te selezionate, il tuo link verrà messo in evidenza tra i primi risultati di ricerca. Solo nel momento in cui il tuo link verrà cliccato, dovrai pagare la quota stabilita in precedenza.

Ma quali sono gli ingredienti perfetti per una campagna efficiente?

Ingredienti. E’ proprio il termine esatto. Sì, perché in effetti, prima di partire, è necessario stilare una sorta di ricetta. Una lista di quello che è necessario realizzare.

C’è domanda per il tuo prodotto o servizio?

Ovviamente, se ciò che offri non viene cercato su Google, difficilmente la tua campagna potrà avere successo. Quindi, vediamo di scoprire quello che va più di moda su Google. Per prima cosa devi loggarti all’interno di Google AdWords. Se non hai ancora un account, procedi con la registrazione seguendo le istruzione a video. Nella tab “La mia prima campagna” troverai la voce “Parole chiave”. Prova ad inserire una frase o una keyword che pensi possa essere ricercata dal tuo target. Google ti restituirà il grado di popolarità di questa ricerca. Inoltre, volendo puoi chiedere a Google di darti altri risultati simili, per confrontare il diverso traffico che può essere generato. Queste informazioni ti serviranno per capire quali parole chiave vorrai utilizzare nella tua prima campagna.

keywords

Dovresti porti tre domande nel decidere quali keyword pubblicizzare:

  1. Questa parola chiave viene cercata su Google? Se la risposta è no, ovviamente non ha alcun senso pubblicizzarla.
  2. La persona che ricerca questa parola chiave, vorrà comprare il prodotto o servizio? In poche parole, devi capire qual è l’intento di ogni keyword, se può essere utile nello spingere l’utente a comprare, oppure se troppo generica.
  3. Posso sostenere le spese per sponsorizzare queste parole chiave? La risposta a questa domanda è molto importante, ma prima è necessario fare un paio di calcoli. Vediamo come.

Facciamo due conti.

Prima di finalizzare la scelta delle keyword, devi capire se effettivamente riuscirai a coprire queste spese pubblicitarie. Innanzitutto, devi definire il tuo budget giornaliero, ovvero il limite massimo di click giornaliero. Questo budget è determinato dal tasso di conversione del tuo sito, dal tuo profitto per ogni cliente, e da quanto margine vuoi riservarti dai ricavi pubblicitari. Se non conosci questi numeri, cerca di fare una stima approssimativa.

Usa la formula qui sotto per calcolare il tuo budget giornaliero:

Budget = (profitto per cliente) x (1 – margine da riservarti) x (tasso di conversione del tuo sito)

Per esempio, proviamo a dire che il tuo profitto per cliente è pari ad € 200, e ogni 500 visite riesci a convertire 5 clienti. Questo significa che hai un tasso di conversione pari all’ 1%. Se per te va bene riservarti un margine del 25%, ecco come dovresti calcolare il tuo budget giornaliero:

Budget = € 200 x (1 – 0.25) x 1% = € 1,50

Impara dai concorrenti.

Il passo successivo è ridurre il rischio, prendendo spunto dalla storia dei tuoi concorrenti. Probabilmente loro avranno già ampiamente testato e ottimizzato la propria campagna AdWords. Questo significa che hanno già trovato le parole chiave che funzionano e quelle che non funzionano. Prima che ti avventuri in un’azione di hacking o spionaggio industriale, ti suggerisco di utilizzare uno strumento molto potente che si chiama KeywordSpy.

Per creare il tuo account clicca sul pulsante “free trial” in alto a destra. Una volta che ti sei registrato, inserisci il dominio del tuo concorrente all’interno della barra di ricerca. Quando la ricerca è completata, clicca sulla tab “PPC Keyword” per vedere quali parole chiave sta sponsorizzando il tuo concorrente. Come vedi è presente anche la data di inizio inserzione. Se una parola è stata sponsorizzata per più tempo, probabilmente vuol dire che sta generando più profitti. Certo, dobbiamo comunque sperare che il tuo concorrente sia un tipo in gamba e non uno sprovveduto qualsiasi.

keywordpsy

Un’offerta irresistibile.

Devi pensare anche a cosa poter offrire nella tua campagna Google AdWords. D’altronde devi spingere il cliente a scegliere te rispetto agli altri. Come fare? Offrendogli qualcosa che lo interessi molto. La tua offerta dovrebbe contenere questi princìpi:

VALORE

Devi definire subito cosa offri, a che prezzo e qual è il tuo valore aggiunto rispetto ai concorrenti.

CREDIBILITÀ’

Devi dire perché offri il tuo prodotto o servizio a quel prezzo.

BASSO RISCHIO

Devi rassicurare il cliente. L’inserimento di garanzie per il consumatore funzionano sempre.

CHIAMATA ALL’AZIONE

Devi inserire immediatamente i tuoi contatti ed invitare il cliente a comprare. Il tutto deve essere immediato. Semplice. Diretto.

L’inserzione convincente.

Come detto, con AdWords paghi solo quando qualcuno clicca sulla tua inserzione. Quindi, il testo dell’annuncio deve avere due scopi principali:

  • Attrarre potenziali clienti, in modo che clicchino sulla tua inserzione, invece che su quella del concorrente;
  • Fare in modo che coloro che non siano interessati non clicchino sulla tua inserzione, evitando così di farti spendere soldi inutilmente.

Ci sono quattro componenti chiave nella creazione dell’inserzione pubblicitaria su AdWords:

  • Titolo
  • URL visualizzato
  • Testo dell’annuncio – Riga 1
  • Testo dell’annuncio – Riga 2

Testo Annuncio

Titolo

Il titolo è la componente più importante, dato che è la prima cosa che viene letta della tua inserzione. Dovresti inserire sempre la parola chiave di riferimento, dato che Google la porrà in evidenza attraverso l’uso del grassetto. E questo è anche un ottimo metodo per fare in modo che la tua inserzione sia rilevante al 100% per il potenziale cliente.

Inoltre, c’è da dire che il titolo può essere anche messo sotto forma di domanda. E la domanda intelligente è quella che risponde al bisogno del potenziale cliente.

URL visualizzato

L’URL è un’area dell’inserzione che troppo spesso viene ignorata. Non dovresti copiare e incollare semplicemente il link relativo al tuo dominio. Dovresti piuttosto includere nel link la tua offerta, la chiamata all’azione, o qualsiasi altra cosa che può metterti in evidenza.

Ecco alcuni esempi di quello che potresti fare:

www.nomedominio.it/Copywriter_Milano
www.nomedominio.it/Vendita_Vino_Sfuso

Righe descrittive

Nelle due righe relative al testo dell’annuncio, dovresti ripetere i benefici del tuo servizio o prodotto e descrivere la tua offerta. E, ovviamente, includere la chiamata all’azione.

L’importanza della Landing Page

Perfetto, il potenziale cliente è stato attratto dalla tua inserzione ed è entrato nella tua home page. E adesso? Beh, probabilmente il potenziale cliente sta muovendo la testa in modo frenetico per cercare di orientarsi. Insomma, la tua inserzione ha fatto una promessa che non ha mantenuto.

Questo perché la tua home page non è una pagina pubblicitaria! Certo, la tua home page spiega ogni cosa della tua attività, tutti i tuoi prodotti o servizi, ma non è rilevante al 100% per le parole chiave che il potenziale cliente stava cercando. Non fare questo errore.

Dovresti creare un pagina dedicata, una landing page appunto, dove indirizzare il potenziale cliente che clicca sulla tua inserzione. E questa pagina avrà una forte componente pubblicitaria. Il testo dovrà contenere tutte le parole chiave rilevanti per quella determinata ricerca. Inoltre, dovresti includere tutti i dettagli della tua offerta irresistibile, inserendo tutti i benefici del tuo prodotto o servizio e chiamando all’azione in modo deciso.

Ottimizzazione

Bene, appena Google approverà la tua inserzione, potrai tirare un bel respiro di sollievo. Congratulazioni!

Sfortunatamente, non ti puoi ancora rilassare. La maggior parte delle campagne AdWords non sono redditizie sin dall’inizio e richiedono sempre una costante ottimizzazione. Principalmente esistono tre aree in cui puoi migliorare le performance della tua campagna:

  • la scelta delle parole chiave;
  • il testo della tua inserzione;
  • il tasso di conversione della tua landing page.

Dovresti continuare a testare diverse soluzioni, finché le tue vendite non cominceranno a decollare. Che dire…in bocca al lupo e buon lavoro!

Keep in touch!

No Comments

Leave a reply