Marco Menghini - Blog di Copywriting e Web DesignCopywriting Che cosa fa il copywriter? Comunicare in modo efficace.

Che cosa fa il copywriter? Comunicare in modo efficace.

“Truthful words are not beautiful; beautiful words are not truthful. Good words are not persuasive; persuasive words are not good.” [cit. Lao Tzu]

Finora, all’interno del mio blog, ho affrontato argomenti relativi soprattutto al mondo del web design. E’ ora, però, di cominciare a parlare anche della figura del copywriter, il cui ruolo è strettamente collegato al mondo del web e dei social media. Direi che ha una parte essenziale in tutto questo.

copywriter

Ma cosa fa un copywriter esattamente?

Questa è una domanda a cui probabilmente i “non addetti ai lavori” sanno rispondere con molta fatica. O forse, sanno rispondere in modo incompleto.

E come biasimarli?

Se ti devo spiegare con una sola frase che cosa fa il copywriter, probabilmente anch’io sarei un po’ in difficoltà. In effetti, non esiste una risposta univoca. Potrei dire che è una figura che usa le parole per vendere e promuovere i prodotti. Ma è anche vero che può aiutare le aziende a comunicare in modo più efficace. Oppure può scrivere articoli su commissione.

Tutte quelle elencate sono delle valide risposte alla domanda iniziale. Eppure, il copywriter non è solo questo. Il ruolo del copywriter moderno si estende anche in ambiti che non avresti mai immaginato prima di iniziare a leggere questo post. D’altronde, sono finiti quei giorni in cui gli unici mezzi di comunicazione erano la stampa, la radio e la televisione. Internet non ha solo cambiato le nostre abitudini, ma ha anche cambiato il ruolo del copywriter.

Quindi che cosa fa un Copywriter oggi?

Abbiamo capito che il copywriter moderno deve avere una conoscenza estesa a diversi campi e deve saper svolgere molteplici attività. Ma ecco finalmente le risposte che stavamo cercando. Vediamo cosa fa il copywriter.

Plasma le idee

Si, è lo stesso concetto espresso nel post precedente. Si tratta di un processo utile a sviluppare delle soluzioni su misura, in relazione al brief iniziale. La maggior parte del tempo il copywriter lo deve utilizzare nel brainstorming, in modo da riuscire a scovare delle idee che possano soddisfare il cliente. Ma non solo: le idee devono essere anche originali. E perché no? Creative. Inutile dire che la banalità e la piattezza non hanno mai portato da nessuna parte.

Gioca diversi assi nella manica

Anche se la scrittura è la passione del copywriter, la tecnologia che ci circonda ha cambiato la metodologia del lavoro, dovendo ampliare le conoscenze oltre al semplice testo scritto. Quindi, diciamo che un copywriter che si rispetti non deve avere solo la capacità di scrivere, ma deve avere anche familiarità con i principali strumenti multimediali, come per esempio WordPress o Photoshop, e dovrebbe avere anche un po’ di dimestichezza con il codice HTML di base.

Insomma, il copywriter deve essere sempre al passo con le ultime tecnologie.

Crea connessioni tra le persone

Anche se il ruolo del copywriter dovrebbe essere quello di vendere attraverso la scrittura, l’emergere dei social media ha permesso alle imprese di dialogare più facilmente con i clienti. Quindi, la responsabilità del copywriter moderno è anche quella di essere interattivo e di avere la capacità di mantenere sempre vive le conversazioni. In che modo? Semplice. Utilizzando gli strumenti elencati nel post precedente.

Quindi, devi considerare che i clienti stanno migrando online, consumando sempre più le informazioni attraverso i blog, gli aggiornamenti di stato o attraverso i tweet. Ecco perché il copywriter svolge un ruolo fondamentale nella creazione di contenuti che mantengono i clienti incuriositi e…perché no? Divertìti.

Usa le emozioni a suo favore

Ormai si sa, la gente compra i prodotti sulla base delle emozioni. Per esempio, la paura ci porta a stipulare un contratto di assicurazione sulla casa, oppure a comprare i lucchetti per le biciclette. Lo stress, invece, ci spinge a farci desiderare di prenotare un weekend rilassante in una “Spa“.

Ecco perché il copywriter deve sapere (o scoprire) quali emozioni attivare nel cliente, in modo da spingerlo ad utilizzare quel denaro faticosamente guadagnato per acquistare un prodotto o un servizio. E’ un concetto che può sembrare duro, ma sta alla base del lavoro del copywriter. Insomma, in ogni progetto ci dobbiamo mettere nei panni del compratore. Dobbiamo capire cosa lo stuzzica.

Realizza contenuti originali

I consumatori ormai hanno aperto gli occhi nello scovare messaggi pubblicitari nascosti e, in generale, sono mal disposti verso quel tipo di vendita dura e pura che andava tanto di moda anni fa. Questo ha spostato il panorama pubblicitario verso un approccio di tipo social e maggiormente incentrato sulla qualità di ciò che si vende. Quindi, oggi la bravura del copywriter non solo è nel creare headline intelligenti, ma è anche nel fornire contenuti rilevanti per la vita dei consumatori. Ricordiamoci che i clienti sono diventati più informati di quanto pensiamo. E se il copywriter sviluppa contenuti originali e curiosi, allora è sicuro che il consumatore ne rimarrà affascinato e sarà spinto a tornare. I contenuti devono sempre suscitare interesse.

D’altronde, come già detto, Content is King.

In generale, riassumendo, se vuoi intraprendere la carriera del copywriter, ti invito a seguire questi consigli:

  • leggi e informati più che puoi, devi essere curioso!
  • cerca di mantenere uno stile semplice quando scrivi
  • crea contenuti di qualità e interessanti
  • non usare proposizioni complicate e piene di termini astrusi
  • pensa in modo laterale e fuori dagli schemi

Insomma, ricordati che il compito del copywriter è quello di rendere un prodotto o un testo un’opzione attraente per il pubblico di destinazione! Quindi, divertiti a creare!

Keep in touch!

No Comments

Leave a reply